lucio-fontana-disegno-e-materia.jpg

Lucio Fontana. Disegno e materia

22,80€ 40,00Sconto: 43%

Prodotto

fai click e scegli...
Privacy policy
Salva prenotazione
/
Lucio Fontana. Disegno e materia
Lucio Fontana. Disegno e materia

descrizione
L’intero corpus dei disegni di Lucio Fontana appartenenti al CSAC di Parma.
Continua a leggere
L’intero corpus dei disegni di Lucio Fontana appartenenti al CSAC di Parma.

Il volume presenta le oltre 300 opere su carta del maestro italo-argentino, donate dalla moglie Teresita alle raccolte universitarie della città di Parma. I disegni coprono un arco temporale che va dagli anni trenta alla seconda metà degli anni sessanta e sono una testimonianza preziosa e irripetibile di una ricerca di grande rilievo in un ambito, quello del disegno, finora molto poco studiato. Le opere esplorano campi di ricerca tra loro differenti; si va dalla progettazione di allestimenti (come quello della Biennale del 1966 in collaborazione con Carlo Scarpa), a quella di inserimenti architettonici (come i soffitti di gesso o le porte del Duomo di Milano), ai disegni di nudi e dei teatrini, a quelli per ceramiche e per sculture. Le opere rappresentano una testimonianza preziosa e irripetibile di una ricerca di grande rilievo in un àmbito, quello del disegno, finora molto poco studiato. Per Fontana, il disegno ha sempre rappresentato un valore in sé, e risponde a una sua esigenza di segnare le proprie idee sui fogli, quasi sempre dello stesso formato, quasi sempre in carta bianca, sui quali interveniva a matita o a penna. Fontana aveva una straordinaria capacità ideativa e il suo segno sottile e continuo è una delle caratteristiche più evidenti di una ricerca complessa. A volte, sul medesimo foglio si concentrano numerose soluzioni per uno stesso problema. Tra gli aspetti che più colpiscono nella sua ricerca attraverso i disegni, vi è la loro costante differenza dalle opere poi realizzate, oltre alla sua continua capacità di cambiare registro espressivo. Ad esempio, quando Fontana sperimenta la ricerca sui Tagli, il segno risulta netto, preciso, e a volte egli indica con limiti appena accennati il campo entro il quale saranno da inserire i tagli stessi, ma quando dialoga con l’Informale europeo, con l’inserimento di pietre o di altri materiali nel sistema del racconto, allora il segno cambia, così come muta quando si tratta di variare l’immagine di una scultura oppure quella di gruppi pensati per essere poi realizzati in ceramica.

Catalogo dell'esposizione
Milano, Fondazione Arnaldo Pomodoro
13 maggio – 26 giugno 2009
Mostra meno
specifiche
Anno di pubblicazione2009
AutoreGloria Bianchino
CuratoreMaria Pia Branchi
ISBN885720297
EAN9788857202976
Formato24 x 30cm
Pagine256
Illustrazioni a colori33
ArgomentoArte
spedizioni Spedizioni su territorio nazionale e all'estero in 4/5 giorni lavorativi.

CONSEGNA GRATUITA

Per gli ordini di spesa superiore a
€ 50,00 la consegna sarà gratuita
in tutto il territorio nazionale

CLUB SKIRA

Con Skira Card entri
nel mondo della grande arte
Scopri il Club Skira

F.A.Q.

Le risposte alle domande più frequenti
Leggi le F.A.Q.

NEWSLETTER

Tutte le novità sul mondo dell'arte,
eventi e vantaggi in esclusiva
Iscriviti alla Newsletter

© 2021 Skira Editore Tutti i diritti riservati – P.IVA: 11282450151

logo-3mediastudio logo-antworks