otium.jpg

Otium

32,30€ 34,00Discount: 5%

Prodotto

click and select...
Privacy policy
Save reservation
/
Otium
Otium

L'arte di vivere nelle domus romane di età imperiale

description
Read more
Condannato a più riprese e poi bandito dalla cultura industrialista, l’otium per secoli è stato nell’impero romano uno stile di vita elevato.
L’esposizione illustra la vita nelle domus e nelle villae dei ceti più abbienti nel II e nel III secolo dopo Cristo. Per le classi dominanti dell’epoca, l’otium è un complesso di attività intellettuali e meditative, ricreative e ristoratrici che rappresenta non solo un bisogno essenziale, ma anche un elemento caratterizzante dello stile di vita, della libertà personale, della tempra morale. Lungi dall’essere disprezzato e demonizzato, l’otium era considerato come essenziale libertà dagli obblighi del lavoro e dalle preoccupazioni di carattere pubblico - ma non in contrasto con quelle - e quindi come possibilità di dedicarsi alla cura di sé. Era lo spazio dell’anima e il luogo dei piaceri del corpo. Era arte di vivere. Una condizione privilegiata e invidiabile. La massima aspirazione per un uomo che fosse in grado di trovare il giusto equilibrio fra la dimensione pubblica e quella privata della vita. A partire da questo approccio storico-filosofico, il volume è organizzato come un complesso e intrigante racconto scandito da diverse sezioni tematiche: la vita intellettuale e la speculazione filosofica fra le mura domestiche; gli spazi del peristilio, del giardino e della vita all’aria aperta; il rito dell’ospitalità; la cura del corpo e le terme private; la vita intellettuale al femminile; i giochi dei fanciulli e degli adulti. Mosaici, affreschi, statue, erme, oggetti, suppellettili e altri ricchi reperti provenienti da domus e villae ravennati, emiliane e di area vesuviana, oltre che dai più importanti musei archeologici nazionali.
Per la prima volta sono qui mostrati mosaici a motivi geometrici di una residenza ravennate del II secolo rinvenuti nello scavo della Domus dei tappeti di pietra, il sito archeologico inaugurato nel 2002 da RavennAntica. Di particolare pregio alcune pitture provenienti dall’area vesusiana, come l’affresco con rappresentazione di giardino con sfingi dalla Casa del bracciale d’oro di Pompei, il tondo con fanciullo e i fanciulli che giocano dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Da segnalare, infine, la statua del filosofo Ermarco da Firenze e quella dell’Orfeo citaredo da Rimini.
Ravenna, Complesso di San Nicolò15 March – 5 October 2008
Reduce
details
Year2008
Edited byCarlo Bertelli;Luigi Malnati;Giovanna Montevecchi
ISBN886130722
EAN9788861307223
Dimensions24 x 28cm
Pages160
Colour illustrations141
ArgumentArt
shipment Shipments on national territory and abroad in 4/5 working days.

FREE DELIVERY

Free delivery inside Italy
on orders over €50.00

CLUB SKIRA

With Skira Card you can enter
the world of great art
Discover Club Skira

F.A.Q.

Answers to frequently asked questions
Read the FAQ

NEWSLETTER

All the latest on the art world,
events and exclusive benefits
Register for our Newsletter

© 2021 Skira Editore All rights reserved – VAT n°: 11282450151

logo-3mediastudio logo-antworks