Sicilia: oltre tremila anni di storia

Non invidio a Dio il Paradiso, perché sono ben soddisfatto di vivere in Sicilia”.

Federico di Svevia

Sicilia: oltre tremila anni di storia

Di MAssimo Zanella (dal libro "WONDERFUL SICILIA MERAVIGLIOSA")

L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto. La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra […] chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita.

(Johann Wolfgang von Goethe)

Le parole del grande scrittore tedesco sono una vera e propria dichiarazione d’amore per la terra di Sicilia, sono parole che ancora oggi, a distanza di oltre due secoli, possiamo fare nostre.

Seguendo le orme di questo viaggiatore della fine del XVIII secolo iniziamo un viaggio nella storia, nell’arte e nelle tradizioni di quest’isola le cui radici affondano nel mito: proprio la sua nascita si narra sia dovuta alla danza di tre meravigliose ninfe che nel loro peregrinare giunsero in una regione che aveva un cielo particolarmente luminoso e limpido, le tre ninfe diedero inizio a una danza vorticosa, gettando in mare tutto quello che avevano raccolto nel loro viaggio: tutto quello che venne disperso in mare formò tre promontori, il mare tra i tre promontori si illuminò come un arcobaleno e si solidificò, colmando lo spazio che separava i promontori. Dalle onde emerse un’isola a forma di triangolo rovesciato, dal clima temperato e dalla terra fertile. Uno degli antichi nomi dell’isola è Trinacria, che potrebbe significare, dalla lingua greca, treis (tre) e àkra (promontori) che rappresentano i tre “vertici” del triangolo e che oggi sono: Capo Peloro a nord-est, Capo Passero a sud-est e Capo Lilibeo a ovest.

Una terra così profondamente intrisa di cultura, storia e arte era il crogiuolo perfetto per la nascita di artisti sublimi che con la loro penna diedero fama imperitura all’isola: tutto cominciò con la Scuola Siciliana alla corte di Federico II, dove si sviluppò il primo volgare e come scrisse Dante Alighieri nel suo De vulgari eloquentia: “il volgare siciliano si attribuisce fama superiore a tutti gli altri per queste ragioni: che tutto quanto gli italiani producono in fatto di poesia si chiama siciliano; e che troviamo che molti maestri nativi dell’isola hanno cantato con solennità”. 

Giungendo a tempi a noi più vicini troviamo i nomi di Giovanni Verga, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, conosciutissimo per il suo romanzo Il Gattopardo, e ben due premi Nobel per la letteratura, Luigi Pirandello e Salvatore Quasimodo.

 

La grandezza storica, naturale e culturale della Sicilia è testimoniata dal riconoscimento di ben sette siti come Patrimonio dell’Umanità conferito dall’Unesco, questi riconoscimenti non fanno altro che suffragare l’affermazione di Federico di Svevia: “Non invidio a Dio il Paradiso, perché sono ben soddisfatto di vivere in Sicilia”.

UN VIAGGIO IN SICILIA QUEST'ESTATE?
ECCO I LIBRI E LE GUIDE PER SCOPRIRE E AMARE UNA TERRA STRAORDINARIA

Wonderful SICILIA meravigliosa
€ 19,00  18,05
acquista
La Valle dei Templi
€ 12,50  11,88
acquista
Monreale
€ 12,00  11,40
acquista
Museo Archeologico “Antonino Salinas”
€ 12,00  11,40
acquista
Guida Il Castello della Zisa
€ 9,00  8,55
acquista
La  Vucciria
€ 15,00  14,25
acquista
La  moneta di Akragas
€ 15,00  14,25
acquista


CONSEGNA GRATUITA

Per gli ordini di spesa superiore a
€ 50,00 la consegna sarà gratuita
in tutto il territorio nazionale

CLUB SKIRA

Con Skira Card entri
nel mondo della grande arte
Scopri il Club Skira

F.A.Q.

Le risposte alle domande più frequenti
Leggi le F.A.Q.

NEWSLETTER

Tutte le novità sul mondo dell'arte,
eventi e vantaggi in esclusiva
Iscriviti alla Newsletter

© 2021 Skira Editore Tutti i diritti riservati – P.IVA: 11282450151

logo-3mediastudio logo-antworks